L'ISTRICE


Quando le notizie pungono


Le Rubriche


 

Sommario

Libri

SeBook

Ex Libris

Dialettando.com

Home Page Simonel

The Web Park Speaker's Corner

   

 
Ebook Reader 468 x 60La Nuova E(Ri)voluzione della Lettura
la Bacheca Virtuale

di Silvano Calzini

n. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67


Quando leggere è un piacere
e una autentica passione
    
Milano, 9 Ottobre 2009

I vuoti a rendere
di Pontiggia

  Un’assenza ha mille significati ed è sempre uno stimolo a interrogarci. Ha come un alone magico e si lascia dietro una miriade di domande e di segreti. In definitiva un’assenza è molto più ricca di tante presenze, spesso insignificanti e del tutto superflue. Possiamo fare finta di niente, ma sappiamo che è lì, di fianco a noi, ci accompagna in ogni momento e ha un’influenza sul nostro modo di pensare e di agire. Lo può fare anche attraverso il garbo e lo stile di uno scrittore raffinato come Giuseppe Pontiggia (1934 – 2003).
  Innamorato della letteratura, bibliofilo accanito, Pontiggia passava le sue giornate in un appartamento-studio nel quartiere Città Studi di Milano, appositamente acquistato per contenere, a fatica, la sua biblioteca personale costituita da migliaia di volumi che occupavano letteralmente tutte le stanze dal pavimento al soffitto. Come non pensare al professor Kien, il protagonista di “”Auto da fè” il romanzo di Elias Canetti (vedi la Bacheca virtuale n.15), che utilizzava la sua sterminata biblioteca come uno scudo protettivo nei confronti della vita. Al di là delle apparenze tuttavia, Pontiggia era un uomo di un’altra pasta e la vita l’ha affrontata a viso aperto, fin da ragazzo, quando costretto dalle circostanze, entrò a lavorare in banca e che poi anche quando riuscì a dedicarsi interamente alla letteratura continuò a vivere in mezzo agli altri, insegnando per molti anni nelle scuole serali e, spinto anche dall’esperienza del figlio, occupandosi dei problemi dell’handicap.
  Due dei suoi romanzi più belli sono centrati su un’assenza improvvisa e inaspettata. Ne “Il giocatore invisibile” del 1978 un professore di filologia classica all’apice della carriera universitaria riceve una stroncatura anonima a un suo articolo. L’attacco, sarcastico e pungente, lo riprende per un’errata interpretazione dell’etimologia della parola “ipocrita”.
  Non è un termine scelto a caso, perché da quel momento il professore si mette alla ricerca del suo misterioso nemico, una caccia affannosa e sempre più disperata che finisce per mettere a nudo tutte le falsità, le meschinità e le menzogne su cui il protagonista, e con lui tutti gli altri personaggi che compaiono nella storia, hanno costruito la loro esistenza.
  “La grande sera” invece, uscito nel 1989, è la storia dell’improvvisa scomparsa nel nulla di un affermato professionista. In modo inaspettato, la moglie, il fratello, le amanti, i colleghi si trovano a dovere affrontare questa assenza inspiegabile. Di colpo quelle che sembravano certezze si trasformano in incognite, quelle che erano delle vittorie si rivelano delle sconfitte, quelle che erano speranze appaiono come dei fallimenti. Esistenze all’apparenza piene e realizzate che in realtà sono solo vuoti a perdere. Ancora una volta le assenze sono più importante delle presenze.
  Due libri bellissimi, costruiti come dei gialli, che ti mettono con le spalle al muro, che ti obbligano ad affrontare il grande mistero della vita.

Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda il video:
Chi sono gli Intellettuali in Italia?



Silvano Calzini

Inserisci i tuoi commenti su
- The Web Park
Speaker’s Corner

- The eCulture World
by Simonelli Editore

  Silvano Calzini, milanese, laureato in Scienze politiche, terminati gli studi ha iniziato a lavorare come redattore editoriale presso varie case editrici. Oggi, cinquantenne, si è lasciato alle spalle l’entusiasmo iniziale, ma non l’amore per le buone letture, Londra, certi silenzi e altro ancora.  









Ti piacciono queste pagine? Vuoi sostenere L'ISTRICE, questo spazio on line tutto e sempre dalla parte della cultura? Puoi farlo acquistando contrassegno i libri Simonelli Editore (basta una e-mail e non paghi mai, in Italia, le spese postali se l'ordine di almeno 10 euro) oppure, direttamente on line, i SeBook, i SimonellielectronicBook, l'Economica On Line e la loro versione in volume, stampata su richiesta: gli Ex Libris..


 

Silvano Calzini


Gli eBook Simonelli Editore possono essere letti anche sugli iPhone e sugli iPod touch. Li trovate in vendita nell’Apple Store di iTunes

Ebooksitalia.com

Diventa Fan

Guarda le VideoConversazioni
di Luciano Simonelli
Clicca Qui


Per ordini solo dall'Italia

Simonelli Editore

Diventa Fan

© Copyright Simonelli Editore - All the rights are worldwide reserved