LEGGI i SeBook LEGGI
i SimonellielectronicBook
L'Economica On Line

L'Istrice | Internet&CoNewsDigest | eBookNewsDigest | Il Catalogo
Dialetti d'Italia | Diario del '900 | The Web Park Speaker's Corner
Simonelli Editore Bookstore | i SeBook | Home Page

Già 30 i titoli in catalogo
Metti i SeBook nel tuo
computer fisso o portatile

 

la Bacheca Virtuale

di Silvano Calzini

n. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7
Clicca sul numero in rosso per leggere le altre puntate


Quando leggere è un piacere e una autentica passione


La missione letteraria di Sherwood Anderson
   
 
Il nome di Sherwood Anderson (1876-1941) lo potete trovare in qualsiasi enciclopedia e tutte le storie della letteratura  lo riconoscono come uno dei creatori della narrativa americana moderna, ma l'impressione è che sia uno scrittore confinato nelle antologie e negli studi riservati agli addetti ai lavori. Un vero peccato perché ha lasciato pagine di assoluto valore che travalicano i confini geografici e temporali.
Leggerlo non vuol dire solo conoscere il piccolo mondo della provincia americana in bilico tra la vecchia società agricola e la nuova società industriale; c'è molto di più. Il suo capolavoro "Racconti dall'Ohio", pubblicato in Italia nei tascabili Einaudi, presenta una galleria di personaggi che dietro la facciata di una grigia, insignificante vita pubblica nascondono ossessioni e passioni travolgenti. Gli abitanti di Winesbug hanno tutti una doppia personalità: quella pubblica, banale, conformista, rispettosa delle convenzioni sociali e quella intima, percorsa da ansie, solitudini devastanti e deliri inconfessabili.
La missione letteraria di Anderson è quella di dare voce a queste anime divise, mute e confuse che si accendono di bagliori improvvisi che squarciano il buio in cui sono immerse. Lo testimonia lo stesso Anderson quando rivela di avere un sogno ricorrente:
 
"Quando sono molto stanco vado a letto  e spesso cado in un mezzo sogno. Vedo tutta una serie di volti sorridenti, volti tristi, volti stanchi, volti fiduciosi e ho come la sensazione che tutti questi volti appartengano a persone che mi chiedono di raccontare le loro storie".
 
Come tutti i veri grandi scrittori di ogni epoca Anderson parla anche di noi, del contrasto insanabile tra il nostro mondo interiore, quello più segreto e più vero, e il mondo dell'esperienza esteriore, viziato dalla superficialità e dall'ipocrisia. Per conoscere veramente gli esseri umani non serve tanto guardare a ciò che fanno e ascoltare ciò che dicono nella vita pubblica, ma bisogna scavare nelle profondità psicologiche, in quelle segrete stanze dell'animo dove ognuno di noi tiene relegate le ansie e le speranze più intime, e per questo più preziose.
Resta misterioso il velo di polvere che è sceso sul nome di Sherwood Anderson, autore modernissimo, vero cantore di quello smarrimento dell'individuo davanti a un mondo sempre più disumano, di quel "male di vivere" che ci prende alla gola oggi più che mai. E sì che molti narratori americani come Hemingway, Steinbeck, Faulkner sono stati profondamente influenzati da Anderson fino a riconoscerlo come "il padre di un'intera generazione di scrittori".

Silvano Calzini

Qualche altro lettore vuole inserire
in questa Bacheca Virtuale l'elenco personale
delle sue letture preferite, delle sue "cotte" letterarie?
Le sue riflessioni e "provocazioni" sugli autori più amati?
O, semplicemente, gli itinerari più originali e personali
per entrare nel mondo di un autore?
il benvenuto. Invii il suo testo a ed@simonel.com


Ti piacciono queste pagine? Vuoi sostenere questo spazio on line tutto e sempre dalla parte della cultura? Puoi farlo acquistando contrassegno i libri Simonelli Editore (basta una e-mail) oppure, direttamente on line, i SeBook, i SimonellielectronicBook, l'Economica On Line.


 

 

 

© Copyright by Simonelli Editore
Vietato copiare o linkare senza autorizzazione
Any copy or link is forbidden without permission.