L'ISTRICE
Quando le notizie pungono


Le Rubriche


 
Sommario
Libri
SeBook
Ex Libris
Dialettando.com
Home Page Simonel
The Web Park Speaker's Corner
   
 
Day by Day Pensieri quasi quotidiani ad alta voce -
 
Il più "antico" Blog della Rete: dal maggio 1996...
di Luciano Simonelli
[Non mi conosci? Clicca sul mio nome per sapere chi sono]

"Lettera ad un Amico della Terra di Mezzo" di Franco Manni >>
Vuoi essere originale?
Regala e Regalati un eBook:
È semplice, economico
e
arriva subito sul computer.
 In SeBook: Diario del Novecento - Dieci giornalisti e un Editore - Dentro la Danza - 100 Miliardi di Dollari - I Sette Occhi della Vita
«Ho sempre amato la vita. Chi ama la vita non riesce mai ad adeguarsi, subire, farsi comandare. Chi ama la vita è sempre con il fucile alla finestra per difendere la vita. Un essere umano che si adegua, che subisce, che si fa comandare, non è un essere umano»
Oriana Fallaci
 (da un'intervista del 1979, di Luciano Simonelli, approvata dalla scrittrice).


Per ordini solo dall'Italia

Per leggere il Day by Day di ieri clicca qui >>>


PerchÄ vogliono uccidere Demi Jasper, famosa pubblicitaria che coniuga instancabilmente sesso e affari? >>>

Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione su "Una Canzone al Giorno" di Franco Gàbici

Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione su:Scrivere o leggere?


Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione sui Libri in Anastatica Digitale


Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione sulla MERITOCRAZIA

Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione sui primi 12 volumi di Proverbi&Modi di Dire nella Altre Lingue d'Italia


Dovrebbe
scusarsi,
professor
Gianni Vattimo

  Ci sarebbe un gran bisogno di Buoni Maestri ma invece pare che si faccia a gara per avere sempre più cattivi maestri o magari per esserlo.
  L'ultimo esempio ce lo ha dato, sorprendentemente, il professor Gianni Vattimo in un suo intervento nella trasmissione Controcorrente di Sky Tg24 di venerdì 8 febbraio.
  In quella occasione, dibattendo sul fatto che la Fiera Internazionale del Libro di Torino ha invitato per quest'anno come Paese ospite lo Stato d'Israele in occasione dei 60 anni dalla sua nascita il professor Gianni Vattimo si è lasciato andare, per manifestare il proprio dissenso per questa scelta, ad enunciare una serie falsità nei confronti dello Stato ebraico che esigono le sue scuse non tanto allo Stato di Israele e neppure agli ebrei ma a chiunque nel mondo, a qualunque religione e razza appartenga, voglia coniugare onestà intellettuale con verità storica.
Il professor Vattimo ha dichiarato che nel 1948, all'indomani della sua nascita, lo Stato d'Israele ha cominciato una sua politica espansionistica.
  Che questa dichiarazione sia una menzogna è scritto su tutti i libri di storia.
  Nel 1948 l'Onu, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha decretato la nascita dello Stato d'Israele, stabilendone precisi confini come altrettanto precisi erano i confini indicati per la parte palestinese. Ma, all'indomani della creazione dello Stato d'Israele nell'ambito di quanto stabilito dalle Nazioni Unite, tutti gli Stati Arabi confinanti con il neonato Stato gli hanno mosso guerra. Una guerra con chiare finalità di annientamento, praticamente con il sogno di un secondo olocausto. E il neonato Stato di Israele, che non coltivava alcuna politica espansionistica, si è naturalmente difeso. E, pensate - ci riflettano gli amici della sinistra - se allora non gli avesse dato una mano l'Unione Sovietica facendogli arrivare armi attraverso la Cecoslovacchia, allora lo Stato d'Israele non avrebbe potuto avere la meglio contro gli eserciti di Giordania, Egitto, Siria, Arabia Saudita che lo attaccavano.
  Realtà provate e raccontate in tutti i libri di storia mediorientale che Gianni Vattimo non può certamente non conoscere. Sarebbe quindi doveroso, da parte sua, per l'onestà intellettuale che finora in molti gli riconoscono, precisare quanto infondata sia stata la sua dichiarazione di uno Stato d'Israele che nel 1948 non ha iniziato alcuna politica espansionistica ma si è bensì difeso da un massiccio attacco da parte di tutti gli Stati arabi confinanti.
  Gianni Vattimo, che è uomo di cultura e non privo di saggezza, non può non sapere che di fatto Israele non ha mai fatto una vera politica espansionistica ma che gli spazi che si è conquistato nella sua area sono stati sempre la conseguenza di vittorie nei confronti di guerre che gli sono state mosse. In fondo, l'unica vera azione di attacco condotta da Israele è stata quella di un paio d'anni fa in Libano contro gli Hezbollah e che è stata poi bloccata con l'intervento dell'Onu e l'invio di forze di pace di cui quelle italiane sono una fetta importante.
  Per carità, può accadere che nella foga polemica e che nel dibattito politico vi siano delle sbavature ma essenziale, se si è davvero un buon maestro, è riportare i propri discorsi nei confini della verità.
  Non è certamente accettabile, gentile professor Vattimo, sentirla affermare che Israele non è affatto uno stato democratico, dipingere il Paese alle folle di ignoranti (nel senso che ignorano la vera storia e come stanno davvero le cose) come se fosse governato da una sorta di regime dittatoriale o come se fosse una sorta di stato confessionale. Lo Stato d'Israele è una compiuto democrazia, nello Stato d'Israele esiste una completa libertà di opinione, nel parlamento israeliano, la Knesset, siedono rappresentanti anche della comunità araba che vive entro i propri confini.
  Non è molto degno di un uomo di cultura intellettualmente onesto, professor Vattimo, evocare per quanto riguarda lo Stato d'Israele situazioni di apartheid di stampo sudafricano. Come non si possono usare frasi tranchant che parlano di "bombardamenti isrealiani" sul popolo palestinese per indicare azioni mirate contro persone e realtà del terrorismo palestinese che lanciano sistematicamente missili sul territorio israeliano.
  Certamente la situazione in quell'area è molto complessa ma è chiaro che da una parte c'è lo Stato d'Israele, certamente democratico, e dall'altra c'è una realtà palestinese divisa fra realtà come quella di Hamas che predica la distruzione dello Stato d'Israele e quella dell'Autorità Nazionale Palestinese, guidata da Abu Mazen, che non solo riconosce il diritto all'esistenza dello Stato d'Israele ma che sta attivamente operando insieme con il governo di Gerusalemme per raggiungere l'obiettivo della nascita di uno Stato Palestinese che possa silupparsi e convivere pacificamente con Israele.
  Ogni intellettuale davvero onesto, ogni buon maestro dovrebbe seminare la pianta del dialogo e la pianta della pacifica convivenza fra i popoli e, nel caso specifico, anziché parlare secondo gli slogan qualunquisti dell'estremismo dovrebbe ricorrere alla migliore ed alla più pacifica della armi: quella della ragione.
  No, professor Vattimo, lei come si dice in Toscana questa volta ha aperto bocca e le ha dato fiato. Ricevendo naturalmente l'applauso degli sciocchi che hanno occupato per qualche ora gli uffici della Fondazione che organizza la Fiera del Libro di Torino o di quelli che vanno riempiendo di scritte scriteriate i muri dalle parti di Lingotto Fiere.
  Chieda scusa, professor Gianni Vattimo, per quanto ha affermato ed anziché salire su inconsistenti barricate contribuisca, da persona di conoscenza qual è, a far prevalere la ragione sulla sterile e qualunquista contestazione.
  Sia ben chiaro, chi le scrive questo non è un ebreo, non ha alcun interesse di "parte": io sono semplicemente un giornalista, un editore ed uno scrittore che vuole rivendicare la propria onestł intellettuale.

Luciano Simonelli
Conversiamone su The Web Park Speaker's Corner
(10 Febbraio 2008)

(Continua)
Per leggere le pagine precedenti clicca qui sopra


PerchÄ vogliono uccidere Demi Jasper, famosa pubblicitaria che coniuga instancabilmente sesso e affari? >>>
Vi consiglio di andare a vedere cliccando qui come immagina il futuro dell'editoria Editis, uno dei piŁ grandi gruppi editoriali francesi che riunisce piŁ di 40 sigle editoriali, ha 2.400 dipendenti, e la cui produzione spazia dalla varia, ai libri scolastici, ai libri per ragazzi, alle enciclopedie.
Gli ultimi interventi: Che brutta Italia culturale, caro Giulio Nascimbeni...(03/02/2008) Quando sarà l'ora del Coglione?(23/01/2008) Due piccole riflessioni(06/01/2008) Pensierini per il 2008(28/12/2007) Buon Natale?(20/12/2007) La parola rassegnazione non è mio vocabolario... e nel vostro?(05/12/2007) È di destra o di sinistra?(12/11/2007) Fermate quella Legge che in Italia distruggerł Internet(07/11/2007) Sempre avanti, a testa bassa(03/11/2007) Non piŁ libri, ma libri-giornali?(23/10/2007) Fra inchieste e precariato(20/10/2007) Perché i critici non leggono i libri?(13/10/2007) A Pontedera esplode la Bibliodiversità(18/09/2007) A Pontedera esplode la Bibliodiversitł(18/09/2007)"Comincia da Susegana la Rivoluzione Digitale dell'Editoria Indipendente?(18/09/2007) "i 4 moschettieri"e "2 anni dopo" di Nizza e Morbelli in Anastatica Digitale(8/09/2007)Per me le vacanze non son un obbligo(30/07/2007)Nulla cambia nell'editoria, bellezza(01/07/2007) Basta con i contributi statali all'editoria quotidiana e periodica(11/06/2007) Dov'è finita la libertà degli intellettuali?(06/06/2007) Visitatori in calo alla Fiera Internazionale del Libro di Torino 2007(17/05/2007) ...e siamo arrivati alla Fiera Internazionale del Libro di Torino(04/05/2007) L'Oasi Protetta della Cultura e delle Tradizioni Popolari Italiane(22/04/2007)Non c'è limite al peggio(23/03/2007) Guardiamoci negli Occhi e Conversiamo(23/02/2007) Forse è cominciata davvero la Trasformazione...(10/02/2007) M come Meritocrazia(23/01/2007) ...e chi l'ha detto che la pubblicazione di un libro non si nega a nessuno?(17/01/2007)   P come Peccioli e Pascoli(10/01/2007)  C come Coraggio(05/01/2007) Tanto per cominciare...(01/01/2007) Grandi redazioni, Grandi giornalisti...(30/12/2006) Pensierini di Natale (23/12/2007)  Nell'Incubo delle FS (12/12/2006) - La Lettera su Copertina  (10/12/2006) - La brutta storia delle foto al ricatto (09/12/2006) - Se guardate la Tv abitualmente...(07/12/2006) - Io l'eBook l'ho servito, in maniera originale (04/12/2006) - Nella confusione del presente guardo al futuro (03/12/2006) - E gli intellettuali? (30/11/2006) - Ieri sera riflettevo con un amico... (29/11/2006) - "Sono sdegnato per l'inqualificabile offesa ai caduti di Nassirya" (19/11/2006) - No, basta guardarlo e ascoltarlo (17/11/2006) - Che cos'è l'Etica? (06/11/2006) - 40 anni fa, a Firenze (04/11/2006) continua...



Luciano Simonelli

Guarda le mie Video Conversazioni

1. "Lettera ad un Amico della Terra di Mezzo" di F. Manni
2.Gli eBook e il progetto eBooksItalia
3. I formati eBook e come scaricarli
4. Come si acquista un eBook
5. Gli Ex Libris
6. Cari amici editori... 
7. La divulgazione storica in eBook
8.Candida Soror, Liszt, Matilde di Canossa
9.L'uovo del futuro, Nati dalle Stelle,
Il Piccolo Cielo, Buonanotte fra le stelle

10.Dieci giornalisti...
11.Dialettando.com
12."Il Ritorno" di Romano Asuni
13."L'Antica Arte dello Scandalo" di N. Sipos
14."I Chierici Siamo Noi" di E. Falconieri
15. i GIALLI di Maria Santini
16.Gli eBook-Blog di Ely Galleani
17.I Libri di Storia di Luciano Regolo
18."Un Romanzo nel Cestino"
19."SMS d'Amore" e "Amore mio"
20. Conversazione con Franco Manni
21. Dedicato agli Inediti
22. Alberto Viotto e "La rivincita dei computer"
23. 11Anni di Editoria - Prima Parte
24. 11Anni di Editoria - Seconda Parte
25. M come MERITOCRAZIA
26.No, Cari Colleghi giornalisti, così non va...
27.Scrivere o Leggere?
28.Usciti i primi cinque gialli:eccoli
29.Italo Calvino: "Lo scoiattolo della penna"
30.In eBook i Fumetti di Andrea Maturi
31.Ricordo di Luigi Meneghello, The professor
32.Con Nizza e Morbelli Ć nata l'Anastatica Digitale
33.Un sogno...per libri di testo più economici
34.L'Ultima Frontiera degli Editori Indipendenti
35.Basta con i finanziamenti statali ai giornali
36.i Desaparecidos Italiani: gli Intellettuali
37.Già 12 i volumi di Proverbi&Modi di Dire
38.Operazione Grandi Aristocratici
39.Una Canzone al Giorno
40.i Riassunti di Farfadette
41.Lo scandalo del 20% di Iva sugli eBook
42.Il Ritorno di Paul Dorval e dei Pimlico Boys
43.Il Concorso di Pietro Frè, Academic Thriller
44.Il GIALLOBLU: Uccello di Morte di Edward Jones

© Copyright Simonelli® Editore - All the rights are worldwide reserved