L'ISTRICE
Quando le notizie pungono


Le Rubriche


 
Sommario
Libri
SeBook
Ex Libris
Dialettando.com
Home Page Simonel
The Web Park Speaker's Corner
   
 
Day by Day Pensieri quasi quotidiani ad alta voce -
 
Il più "antico" Blog della Rete: dal maggio 1996...
di Luciano Simonelli
[Non mi conosci? Clicca sul mio nome per sapere chi sono]
Pubblica i tuoi annunci Google AdWords qui su Simonel.com>>>
"Lettera ad un Amico della Terra di Mezzo" di Franco Manni >>
Vuoi essere originale?
Regala e Regalati un eBook:
È semplice, economico
e
arriva subito sul computer.
 In SeBook: Diario del Novecento - Dieci giornalisti e un Editore - Dentro la Danza - 100 Miliardi di Dollari - I Sette Occhi della Vita
«Ho sempre amato la vita. Chi ama la vita non riesce mai ad adeguarsi, subire, farsi comandare. Chi ama la vita è sempre con il fucile alla finestra per difendere la vita. Un essere umano che si adegua, che subisce, che si fa comandare, non è un essere umano»
Oriana Fallaci
 (da un'intervista del 1979, di Luciano Simonelli, approvata dalla scrittrice).


Per ordini solo dall'Italia

Per leggere il Day by Day di ieri clicca qui >>>


PerchÄ vogliono uccidere Demi Jasper, famosa pubblicitaria che coniuga instancabilmente sesso e affari? >>>

Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione su "Una Canzone al Giorno" di Franco Gàbici

Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione su:Scrivere o leggere?


Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione sui Libri in Anastatica Digitale


Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione sulla MERITOCRAZIA

Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione sui primi 12 volumi di Proverbi&Modi di Dire nella Altre Lingue d'Italia


PENSIERINI
PER IL 2008

Continua lo scandalo dell'Iva al 20 % sugli eBook ed ora c'è anche la beffa...

  Un lettore di eBook mi invia una e-mail chiedendo coma mai i libri elettronici costano in Italia di più di quanto costano quelli offerti in vendita da librerie di libri elettronici americane, francesi, inglesi.
  Semplice, amici miei. Nel prezzo di ogni libro elettronico venduto in Italia è compresa una bella tassa: è compresa l'Iva al 20%!
  Sì, proprio così, amici miei, i libri elettronici made in Italy sono gravati dall'Iva al venti per cento ed anche da una burocrazia amministrativa che non è a costo gestionale zero.
  Lo sapete che per ogni vendita di libro elettronico deve essere emesso non uno scontrino fiscale, una ricevuta, ma bensì una fattura? E pensate al ridicolo: noi di eBooksItalia dobbiamo emettere (e naturalmente lo facciamo) una fattura a fronte di acquisti di magari 4,50 euro.
  Ridicolo, vero?
  Provate ad entrare in qualsiasi negozio e chiedere una fattura per un acquisto di questo valore... Come minimo riceverete un cortese rifiuto.
  Ma a questi oneri si aggiunge la beffa per noi italiani che operiamo online e quindi ci misuriamo sul mercato globale della rete.
  La beffa è che ci sono realtà nordamericane che dall'altra parte dell'Atlantico producono eBook in lingua italiana e li vendono a molto meno di quanto possiamo noi perché, basandosi sul sistema fiscale statunitense, non sono gravate da tasse.
  Come la mettiamo con questa realtà di fatto?
  Soprattutto come la mettiamo con certi pseudoeditori italiani "furbetti" che si agganciano a questa realtà per produrre e vendere i loro eBook ed anche la loro vensione stampata e zitti zitti vendono in Italia prodotti di cui loro evadono le tasse previste nella penisola perché sono prodotti negli Stati Uniti? Eh, come la mettiamo?
  E intendiamoci gli evasori sono loro non gli statunitensi che, nelle loro condizioni, precisano che è compito loro di adempiere agli obblighi fiscali con i rispettivi Paesi...
  I nostri cari governanti paiono sempre più arroccati su realtà del secolo scorso. Non si accorgono affatto che ci troviamo negli anni Duemila, che quella Online è ormai una realtà produttiva importante e che noi italiani non possiamo competere ad armi pari nel mondo globalizzato della Rete se non si tolgono gli infiniti paletti fiscali e burocratici che ci bloccano.
  Questo non vuol dire naturalmente portare online altra burocrazia all'italiana ma attuare anche in Italia la parola d'ordine: deregulation, deregulation, deregulation... Appunto, semplificare, semplificare, semplificare se non si vuole che le aziende italiane, esauste dopo troppe complicazioni, emigrino dall'Italia all'estero...
  Sono davvero tanti, amici miei, i pensierini con cui mi avvicino al 2008 e sono tutti di estrema concretezza.
  Francamente ho un po' le scatole piene di questa storia dei piccoli editori e degli editori indipendenti. Ho scritto e fatto molto in questi anni nel nome dei colleghi. L'ho fatto mosso da quell'idealismo e quel generoso distacco da quelli che potevano essere gli immediati interessi personali che ha da sempre caratterizzato ogni mia iniziativa rivolta verso gli altri.
  Non è stato compreso il mio comportamento.
  Non avevo valutato il fatto che evidentemente mi rivolgevo a realtà già troppo inquinate dalle mediocrità del proprio egoismo per recepire veramente un discorso di interesse collettivo. E vedo sempre più che gli altri che vorrebbero portare avanti l'interesse generale della editoria indipendente poi va a finire che innanzitutto portano avanti direttamente o indirettamente gli interessi della propria piccola realtà editoriale.
  Miserie che rifiuto. Quindi continuo a far parte delle associazioni degli editori indipendenti ma non ho più tempo da perdere per iniziative "collettive".
  Il tempo sta progressivamente dando ragione alla visione con la quale ero partito nel 1996 con questa mia impresa editoriale.
  Come già immaginavo allora, la prospettiva di realtà editoriali che non fossero ciclopiche ovvero emanazioni di grandi capitali (parte di imprese in cui convivevano oltre ai libri, giornali, televisioni quindi anche significative realtà pubblicitarie) sarebbe stata estremamente modesta.
  La progressiva chiusura delle piccole e medie librerie, la difficoltà della distribuzione di imporre sul mercato delle megalibrerie e della grande distribuzione le pubblicazioni delle piccola editoria è davanti agli occhi di tutti. E, diciamoci francamente, è anche un po' noioso operare in una realtà in cui pare che ti facciano un piacere quando mettono in un angolino i tuoi libri e se vengono venduti (quindi interessano) l'ultima cosa che le librerie del caso pensano è quella di riordinarne delle copie. No, tutto congiura strutturalmente affinché l'editore indipendente non possa affatto crescere anche quando ha libri che vendono e potrebbero vendere molto di più.
  Niente affatto noiosa è invece la realtà di cui avevo avuto la visione fin da quando dodici anni fa dirigevo un grosso gruppo editoriale - certamente per un caso fortuito della vita visto come la mia professionalità, nonostante avesse prodotto risultati positivi, sia stata poi puntualmente ignorata dalla concorrenza (forse perché non ho sponsor politici, non sono massone e conosco davvero la mia professione?).
La mia visione era quella della editoria digitale. Sì, gli eBook ma anche molto altro... ma non svelo quello che io già immagino e tutti gli altri ancora no... Una editoria che sapesse coniugare digitale e tradizionale. Questa strada, ripeto, comincia a darmi qualche piccola sosddisfazione. E la prima è un trend che dimostra come io avessi visto giusto...già dodici anni fa...
  Sempre più eBook, sempre più ExLibris e qualche uscita tradizionale in libreria: questo sarà il prossimo anno. A meno che non compaiano grosse realtà che credono in me e nelle mie "visioni"... ma queste sono utopie in un mondo industriale italiano che, tranne rarissime eccezioni, non è più capace di sognare.
  Già cinquecento sono i titoli offerti da eBooksItalia in formato elettronico.
  Il 2008 comincerà dunque con 500 titoli e tante novità.
  La prima, proprio alla vigilia di Capodanno è la Newsletter settimanale di eBooksItalia che viene inviata a tutti i suoi clienti e a tutti gli utenti che si registreranno per riceverla, per avere la segnalazione di tutte le novità in edizione elettronica ed in ExLibris.
  Felice 2008 a tutti!

Luciano Simonelli
Conversiamone su The Web Park Speaker's Corner
(28 dicembre 2007)

(Continua)
Per leggere le pagine precedenti clicca qui sopra


PerchÄ vogliono uccidere Demi Jasper, famosa pubblicitaria che coniuga instancabilmente sesso e affari? >>>
Vi consiglio di andare a vedere cliccando qui come immagina il futuro dell'editoria Editis, uno dei piŁ grandi gruppi editoriali francesi che riunisce piŁ di 40 sigle editoriali, ha 2.400 dipendenti, e la cui produzione spazia dalla varia, ai libri scolastici, ai libri per ragazzi, alle enciclopedie.
Gli ultimi interventi: Buon Natale?(20/12/2007) La parola rassegnazione non è mio vocabolario... e nel vostro?(05/12/2007) È di destra o di sinistra?(12/11/2007) Fermate quella Legge che in Italia distruggerł Internet(07/11/2007) Sempre avanti, a testa bassa(03/11/2007) Non piŁ libri, ma libri-giornali?(23/10/2007) Fra inchieste e precariato(20/10/2007) Perché i critici non leggono i libri?(13/10/2007) A Pontedera esplode la Bibliodiversità(18/09/2007) A Pontedera esplode la Bibliodiversitł(18/09/2007)"Comincia da Susegana la Rivoluzione Digitale dell'Editoria Indipendente?(18/09/2007) "i 4 moschettieri"e "2 anni dopo" di Nizza e Morbelli in Anastatica Digitale(8/09/2007)Per me le vacanze non son un obbligo(30/07/2007)Nulla cambia nell'editoria, bellezza(01/07/2007) Basta con i contributi statali all'editoria quotidiana e periodica(11/06/2007) Dov'è finita la libertà degli intellettuali?(06/06/2007) Visitatori in calo alla Fiera Internazionale del Libro di Torino 2007(17/05/2007) ...e siamo arrivati alla Fiera Internazionale del Libro di Torino(04/05/2007) L'Oasi Protetta della Cultura e delle Tradizioni Popolari Italiane(22/04/2007)Non c'è limite al peggio(23/03/2007) Guardiamoci negli Occhi e Conversiamo(23/02/2007) Forse è cominciata davvero la Trasformazione...(10/02/2007) M come Meritocrazia(23/01/2007) ...e chi l'ha detto che la pubblicazione di un libro non si nega a nessuno?(17/01/2007)   P come Peccioli e Pascoli(10/01/2007)  C come Coraggio(05/01/2007) Tanto per cominciare...(01/01/2007) Grandi redazioni, Grandi giornalisti...(30/12/2006) Pensierini di Natale (23/12/2007)  Nell'Incubo delle FS (12/12/2006) - La Lettera su Copertina  (10/12/2006) - La brutta storia delle foto al ricatto (09/12/2006) - Se guardate la Tv abitualmente...(07/12/2006) - Io l'eBook l'ho servito, in maniera originale (04/12/2006) - Nella confusione del presente guardo al futuro (03/12/2006) - E gli intellettuali? (30/11/2006) - Ieri sera riflettevo con un amico... (29/11/2006) - "Sono sdegnato per l'inqualificabile offesa ai caduti di Nassirya" (19/11/2006) - No, basta guardarlo e ascoltarlo (17/11/2006) - Che cos'è l'Etica? (06/11/2006) - 40 anni fa, a Firenze (04/11/2006) continua...



Luciano Simonelli

Guarda le mie Video Conversazioni

1. "Lettera ad un Amico della Terra di Mezzo" di F. Manni
2.Gli eBook e il progetto eBooksItalia
3. I formati eBook e come scaricarli
4. Come si acquista un eBook
5. Gli Ex Libris
6. Cari amici editori... 
7. La divulgazione storica in eBook
8.Candida Soror, Liszt, Matilde di Canossa
9.L'uovo del futuro, Nati dalle Stelle,
Il Piccolo Cielo, Buonanotte fra le stelle

10.Dieci giornalisti...
11.Dialettando.com
12."Il Ritorno" di Romano Asuni
13."L'Antica Arte dello Scandalo" di N. Sipos
14."I Chierici Siamo Noi" di E. Falconieri
15. i GIALLI di Maria Santini
16.Gli eBook-Blog di Ely Galleani
17.I Libri di Storia di Luciano Regolo
18."Un Romanzo nel Cestino"
19."SMS d'Amore" e "Amore mio"
20. Conversazione con Franco Manni
21. Dedicato agli Inediti
22. Alberto Viotto e "La rivincita dei computer"
23. 11Anni di Editoria - Prima Parte
24. 11Anni di Editoria - Seconda Parte
25. M come MERITOCRAZIA
26.No, Cari Colleghi giornalisti, così non va...
27.Scrivere o Leggere?
28.Usciti i primi cinque gialli:eccoli
29.Italo Calvino: "Lo scoiattolo della penna"
30.In eBook i Fumetti di Andrea Maturi
31.Ricordo di Luigi Meneghello, The professor
32.Con Nizza e Morbelli Ć nata l'Anastatica Digitale
33.Un sogno...per libri di testo più economici
34.L'Ultima Frontiera degli Editori Indipendenti
35.Basta con i finanziamenti statali ai giornali
36.i Desaparecidos Italiani: gli Intellettuali
37.Già 12 i volumi di Proverbi&Modi di Dire
38.Operazione Grandi Aristocratici
39.Una Canzone al Giorno

© Copyright Simonelli® Editore - All the rights are worldwide reserved