L'ISTRICE


Quando le notizie pungono


Le Rubriche


 

Sommario

Libri

SeBook

Ex Libris

Dialettando.com

Home Page Simonel

The Web Park Speaker's Corner

   

 
Chierici, Chierichetti e Tabù
di Ettore Falconieri        


Per ordini solo dall'Italia


Ora anche in eBook





AGGIUNGI AL CARRELLO
Acquista il libro in SeBook"ottimizzato" per essere letto
anche su apparecchi come BEBOOK, iLiad, CyBook,
SonyReader, Jinke oppure in una copia Ex Libris, il libro “su Misura”
 Se clicchi sulla copertina leggi le prime pagine. Leggi l’intervista all’autore>>>


TO INVESTORS: We have a Project on eBooks and Multimedia Publishing. If you could be interested in investing on it, please phone to Simonelli Editore: +390229010507. Or send an e-mail to: ed@simonel.com

Ginevra, 21 Luglio 2010 - n. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 -  27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144




Sole, caldo…
poveri noi


  A parte le tante difficoltà, i tanti problemi della vita e della sopravvivenza, noti da sempre, sappiamo ora che ci sono nuovi drammatici pericoli che attentano alla nostra salute ed al nostro benessere, ma che lasciavano indenni i nostri robusti antenati che sono sopravvisuti decorosamente senza conoscerli.
  Pericoli dei quali ci informano scrupolosamente quotidiani, settimanali e telegiornali che ci bombardano senza sosta di suggerimenti e consigli su come evitarli, anche in modo ossessivo.
  Pericoli come i raggi del sole, che sono stati ormai accertati dannosissimi per la pelle e la salute, per tutelare le quali insigni studiosi, dopo lungi studi, sono arrivati alla conclusione che bisogna stare all’ombra, a meno che non si voglia dotarsi di un parasole o magari anche di un abbondante sombrero. Ma c’è una alternativa suggerita da astuti produttori di farmaci e cosmetici: si può stare al sole se ci si cosparge di costosissime creme ed unguenti, taluni alquanto appicicaticci e sgradevoli, ma certamente assai salutari.
  Ma ci vengono segnalati, con non minore insistenza, anche gli effetti nocivi del caldo. Quando le previsioni meteorologiche indicano temperature in aumento, l’allarme è generale e si evoca un misterioso “bollino rosso”, forse alludendo ad un piccolo francobollo emesso per l’occasione.
  La Protezione Civile, con grande clamore, si dice pronta, non si sa se a fornire ventilatori, ventagli, arie condizionate o coca cola ghiacciate agli infelici accaldati o ad organizzare migrazioni in massa verso ghiacciai, peraltro senza la certezza di rinfrescar le plebi visto che anche questi ultimi si stanno scaldando.
  E viene messo in evidenza quanto sia rischioso per vecchiette e vecchietti stare al caldo, potrebbero morirne. Peraltro dimenicando che vecchiette e vecchietti hanno la cattiva abitudine, purtroppo, di lasciarci per sempre qualunque sia la temperatura ed a qualsiasi latitudine.
  Va segnalato anche un provvido comunicato del Ministero della Salute che ad una serie di raccomandazioni di come difendersi dal caldo ha anche potuto aggiungere, grazie a lunghe ed approfondite ricerche di studiosi di fama internazionale, che bisogna “indossare abiti leggeri“ (testuale). Cosa che ha subito attirato l’attenzione di ambasciatori di paesi tropicali che lo hanno segnalato ai loro governi, i cui abitanti, hanno l’insana abitudine di vestirsi di pelli di caprone importate dalla Sardegna contro caschi di banane.
  Se i nostri avi avessero saputo quanto ora ci viene detto, la storia avrebbe preso, senza dubbio, un piega diversa.
  Per esempio, non ci sarebbero state le invasioni barbariche dei primi secoli della nostra era. I barbari, barbari ma non fessi, si sarebbero ben guardati dal scendere a sud a rischiare malattie della pelle od altri guai al sole del mezzogiono.
  Goti, Visigoti, Vandali, Unni ed altri sarebbero rimasti tranquilli nelle loro foreste e steppe o, se non tranquilli, scannandosi gioiosamente tra di loro.
  Altro esempio. I pionieri che, secoli fa, hanno esplorato l’Africa aprendo la strada al colonialismo si sarebbero ben guardati dall’andarvi se avessero saputo dei guasti alla salute che potevano causare sole e caldo e non ci sarebbe stata colonizzazione.
  Ma, se avessero deciso comunque di andarvi, si sarebbero certamente dotati, come ci insegna ora essere necessario l’esperto di un gran quotidiano, di albicocche disidratate, bustine di sali minerali e salviette all’acqua di colonia.
  Non è tutto. Proclamano media, esperti e tuttologi che c’è un altro drammatico pericolo che incombe su di noi, che faccia caldo o freddo, quello di pericolosissimi gas.
  Come l’ozono che è velenoso e sa di aglio, per cui, consiglia chi ha a cuore il nostro benessere, se si sente puzza d’aglio e tale puzza non proviene dalla cucina, si deve fuggire, non si sa dove visto che l’ozono è ovunque, ma fuggire e basta. Forse verso Marte.
  E c’è anche il radon, gas che, pur essendo definito nobile, pare sia piuttosto cattivello. Esala dal terreno, invade le nostre case e, essendo inodore ed incolore, ci nuoce a tradimento. Per difendersi da esso non resterebbe che trasformarsi in tzigani e migrare in continuazione su carriaggi o affini.
  Un bel problema. E’ evidente che, anche in questo caso, se i nostri avi l’avessero saputo, la storia avrebbe preso un’altra piega.
  Un esempio a caso. Cristoforo Colombo non avrebbe potuto non chiedersi: nel mio paese sto sopravvivendo brillantemente al radon anche perché mi muovo in continuazione, ma come saranno le radiazioni nel Nuovo Mondo? Se sono molto superiori potrebbero essere letali.
  Col cavolo che vado a scoprire l’America.

   Ettore Falconieri
   efalconieri@bluewin.ch


   Inserisci i tuoi commenti su
- The Web Park Speaker's Corner su facebook
- Libri, eBook, ExLibris & Dintorni su Blogger

Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda il Video-Clip Promo del thriller "Operazione Grandi Aristocratici" di Domenico Da Binasco, disponibile in volume ed in eBook
Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione sul thriller "Operazione Grandi Aristocratici" di Domenico Da Binasco, un autore molto misterioso...
Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda la VideoConversazione sull'eBook
"I Chierici siamo Noi" di Ettore Falconieri
Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda il Video-Clip su Il Progetto eBooksItalia
Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda eBooksItalia Show
Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda SIENA dei Misteri...
Se hai un collegamento veloce ADSL clicca sulla freccia e guarda: "Noi Siamo, Non Appariamo"

TO INVESTORS: We have a Project on eBooks and Multimedia Publishing. If you could be interested in investing on it, please phone to Simonelli Editore: +390229010507. Or send an e-mail to: ed@simonel.com

  
Vuoi acquistare una o più copie Ex Libris di questo eBook? Scrivi nel box il numero di copie e clicca aggiungi al carrello

N. copie:

Ettore Falconieri, genovese, operatore finanziario a Ginevra, ha collaborato in gioventù con Giovanni Ansaldo alla redazione de Il Mattino di Napoli.
Ha pubblicato Il RITORNO DEI LUPI (Lombardi), una novella filosofica e ABBASSO I CHIERICI - Arringa di un incolto per una filosofia di tutti (Archinto).
In I CHIERICI SIAMO NOI - Le religioni dovrebbero fare un passo indietro (SeBook ed Ex Libris - Simonelli Editore) Falconieri ritorna, sulle riflessioni già sviluppate nel precedente «ABBASSO I CHIERICI». Nel 2009 Ettore Falconieri firma un nuovo eBook/ExLibris: «Non ci siamo annoiati» (Simonelli), la saga di una grande famiglia italiana nell'arco di quattro generazioni.


TO INVESTORS: We have a Project on eBooks and Multimedia Publishing. If you could be interested in investing on it, please phone to Simonelli Editore: +390229010507. Or send an e-mail to: ed@simonel.com
Diventa anche tu Amico

su facebook
il nostro Spazio di Conversazione
The Web Park
Speaker's Corner

PARTECIPA!



in eBook PDF
non stampabile € 10,00
in ExLibris
(copia stampata in volume per chi la acquista)
€ 22,00
Inserisci nel box qui sotto il numero di copie che desideri e clicca su aggiungi al carrello per avviare la procedura di acquisto.
N. copie:
  
Vuoi acquistare una o più copie Ex Libris di questo eBook? Scrivi nel box il numero di copie e clicca aggiungi al carrello
N. copie:

Gli eBook Simonelli Editore sugli iPhone e gli iPod touch nell’AppStore di iTunes
Gli eBook
Simonelli Editore
anche su Amazon
per Kindle