L'ISTRICE


Quando le notizie pungono


Le Rubriche


 

Sommario

Libri

SeBook

Ex Libris

Dialettando.com

Home Page Simonel

The Web Park Speaker's Corner

   

 
Cattiverìe Minime dall'Era del Provvisorio.  
di Ermanno Bartoli Rubrica ad aggiornamento settimanale          Perché Cattiverìe?>>>
Reggio Emilia, 28 maggio 2006 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8- 9- 10- 11- 12- 13- 14- 15- 16- 17- 18- 19- 20- 21- 22- 23- 24- 25- 26- 27- 28- 29- 30- 31- 32- 33- 34- 35- 36- 37
In SeBook: Il Primo Libro di Barlow
Arroyo Grande e Quadri da Esposizione

Vuoi essere al passo con i tempi?
Regala e Regalati un eBook:
è semplice, economico
e
arriva subito sul tuo computer.

  QUELLI CHE DICONO...

  ° Io sono sincero, e poi usano le tue confidenze, i tuoi sfoghi... le tue riflessioni contro di te.

  ° Io dico sempre quello che penso, e poi sparano a zero su quanti più possono... facendo attenzione ad andare sempre e comunque sul personale.

  ° Io sono leale, e poi ti colpiscono ad ogni occasione e senza motivo... vantandosi di avere il coraggio di farlo di fronte.

  ° Io sono per la libertà, salvo poi che la libertà è la loro... tu provati a muovere anche un solo muscolo.

  ° Abbasso la violenza!, e poi fanno della loro casa e della loro cerchia di conoscenze un inferno.

  ° Abbasso le armi!, e vanno alle manifestazioni per la pace... salvo poi giustificare certi omicidi "politici" e accorrere ad applaudire alla presentazione del libro del criminale o terrorista di turno che, facendo tesoro delle proprie esperienze, è diventato scrittore.

  ° Io dico pane al pane e vino al vino... e imbecille a tutto quanto il resto.

  ° Le cose bisogna ragionarle, e poi di fronte alla rabbia legittima di chi ha subito un grave torto... "Secondo me ti ci vuole uno psicanalista".

  ° Ci vuole dignità, e poi non fanno che lamentarsi in continuazione (testimonianza la chiamano) di piccolissimi e spesso presunti torti subiti, invece... di fronte a quanti hanno subito torti veramente gravi o grandi disgrazie fanno spallucce, quando non sermonizzano filosofando che bisogna essere forti ed avere dignità.

  ° Infine: Quelli che... Pur di ottemperare ai propri inalienabili punti di vista, non esitano a rendere irrespirabile l'aria intorno a chi gli sta vicino.

Ermanno Bartoli
Qualche commento da fare? Parliamone su The Web Park Speaker's Corner

Perché queste cattiverìe?
(con l'accento sulla i)
Secondo l'astrologia, nell'equinozio di primavera del 1998 si è entrati nell'era dell'acquario; da questa data il sole non sorgerebbe più nella costellazione dei Pesci, come da 2000 anni accadeva, ma in quella dell'Acquario. Per gli astrologi, entrare in tale era significherebbe mettere piede in un'epoca di nuovi fermenti positivi e si preparerebbe per il mondo un lungo periodo di nuovo amore e di nuove spinte propulsive alla crescita e al benessere di ognuno. Di contro, chi ha occhi per vedere sta assistendo ad un progressivo "imbarbarimento" dei rapporti sociali e fra le nazioni, con un incremento esponenziale di guerre, terrorismo, disagi, disperazione  e precarietà generale. Nei paesi progrediti si sta andando verso quel "Medioevo prossimo venturo" che il prof. Roberto Vacca descrisse magistralmente in un suo libro oltre vent'anni fa. Il lavoro non è più una certezza né un diritto, le famiglie stentano a crescere e a formarsi... anzi si sfaldano sempre più sotto la spinta di trasferimenti coatti, quasi sempre immotivati, di masse di lavoratori che pur di portare a casa la pagnotta si sobbarcano migrazioni che hanno quale unico risultato quello di distruggere i rapporti umani coi loro cari e il tessuto sociale più in generale... La cultura è in via di azzeramento. Il tutto sotto l'arroganza globalizzante e sempre più incontrastata dei potenti.
Secche e brevi, a volte ironiche, queste cattiverìe hanno l'intenzione empirica di aprire varchi per un confronto su quanto sta avvenendo e sull'avanzata travolgente di tanti disvalori. E se qualcuno obietterà che la carne al fuoco è troppa gli dirò che ha ragione... La carne al fuoco è troppa. Ma così sta andando il mondo. E chissà che a parlarne non si esca dall'empirismo delle intenzioni per entrare in qualcosa di costruttivo.


Ermanno Bartoli poeta e scrittore, è  fra i migliori talenti del panorama culturale italiano indipendente ovvero fuori dai giri e dai "giochi di famiglia" dell'industria culturale. Fa parte di quell'Altra Italia che sogna un mondo culturale in cui trionfi soltanto il talento. Ha firmato per i SeBook Simonelli electronic Book la raccolta di racconti Il Primo Libro di Barlow e la raccolta di versi Arroyo Grande e Quadri da Esposizione: ambedue  disponibili su eBooksItalia.com

© Copyright Simonelli Editore - All the rights are worldwide reserved